di Veronica Basaglia on 24 luglio 2020

I negozi che si sono trovati a fronteggiare la recente emergenza causata dalla pandemia di Coronavirus hanno, inevitabilmente, risentito dell’impossibilità di tenere aperto il loro punto vendita. In alcuni casi, le disposizioni legate al lockdown hanno purtroppo generato la chiusura permanente di alcune attività commerciali.

In altri casi, invece, la reattività delle aziende e la volontà di affidarsi a soluzioni digitali per la vendita online ha contribuito ad ammortizzare almeno in parte un evento che nessuno era in grado di aspettarsi soltanto qualche mese fa.

Anche a fronte della recente riapertura delle attività commerciali, resta comunque un nodo cruciale da sciogliere, relativo alla possibilità di poter declinare sulla rete le vendite laddove fosse ancora necessario. Ma come è possibile adattare la strategia di un negozio concreto al mondo dell’ecommerce?

In questo articolo, ti proponiamo alcuni suggerimenti utili per iniziare a imbastire un piano d’azione orientato in questo senso, fermo restante il nostro suggerimento di fondo: affidarsi a specialisti del digital marketing fa sempre la differenza, e noi di Naxa ti aspettiamo per parlarne quando vuoi.

Primo step: quali sono le tue priorità? 

La prima domanda che qualunque esercente che sta valutando di trasferire almeno una parte delle sue vendite online dovrebbe porsi riguarda le priorità. Specialmente in momenti di crisi, è assolutamente normale essere pervasi da mille possibili idee da sviluppare e altrettante possibili strade da percorrere per ottenere un risultato. Tuttavia, rimanere focalizzati su ciò che è prioritario è essenziale.

In termini digitali, valuta quindi le condizioni del tuo sito web e i suoi messaggi, le procedure di ottimizzazione da compiere, la qualità dell’assistenza che sei in grado di fornire, le modalità di contatto. Se hai già un ecommerce, chiedi il supporto di un professionista per incrementare la mole di traffico e velocizzare le transazioni.

post blog_come utilizzare rete

In caso di sovraccarico, punta sulla velocità 

La velocità di un sito web è fondamentale anche per piattaforme corporate e prive di vendita online, ma diventa cruciale per chi fa ecommerce.

Nel momento in cui sviluppi oppure ottimizzi il tuo shop online, ricorda che gli utenti non amano attendere e che l’offerta sulla rete è quasi sempre molto vasta per qualunque tipo di prodotto o servizio. In parole povere, se non saprai rispondere adeguatamente alle loro necessità, gli utenti si rivolgeranno a un tuo concorrente in grado di farlo.

Un sito veloce e performante, oltre a tutti i punti indicati allo step precedente, rappresenta la prima modalità per trattenere i tuoi possibili clienti. Ecco qualche suggerimento pratico:

  • Rivolgiti al provider della tua rete CDN e individua impostazioni specifiche che rendano l’accoglimento delle richieste più rapido
  • Comprimi testi e immagini del sito (senza però alterarne la qualità) in modo da rendere il caricamento più veloce
  • Utilizza tool appositi per la memorizzazione del codice http nella cache dei tuoi utenti di ritorno
  • Elimina i tag inutilizzati e le parti di codice in eccesso, nonché le pagine che approdano su uno sgradevole 404
  • Testa personalmente la velocità del tuo ecommerce su piattaforme di terze parti, comportandoti come farebbe un possibile acquirente

Comunica bene e dappertutto 

Una comunicazione ottimale per la vendita online comporta l’azione sinergica su più canali. Questo significa, in termini pratici, creare una strategia che ti permetta di comunicare in modo coerente, comprensibile e pertinente.

Per quanto riguarda la coerenza, fai in modo che tutte le tue piattaforme online comunichino gli stessi messaggi, declinati nei toni di voce corretti: la tua mappa su Google dovrà indicare gli stessi orari di apertura e contatti dei tuoi profili social; il logo dovrà essere lo stesso su tutte le piattaforme; le promozioni dovranno essere aggiornate ovunque. In questo modo, mostrerai agli utenti di essere un esercente attento che desidera intercettare il suo target di riferimento ovunque esso si trovi.

Per quanto riguarda la comprensibilità, utilizza un linguaggio chiaro e trasparente sia per descrivere i tuoi prodotti o servizi che per comunicare le tue promozioni e offerte sulla rete. Non costringere l’utente e rileggere più volte per cercare di capire: non lo farà. Preferirà rivolgersi a qualcuno che sappia fornirgli tutte le risposte che cerca in modo più semplice.

Per quanto riguarda infine la pertinenza, analizza bene il contesto e il momento in cui ti trovi per proporre servizi e prodotti che abbiano senso per i tuoi utenti. Poniti delle domande: la tua offerta è pertinente con il nuovo concetto di normalità che segue all’emergenza Coronavirus? Stai fornendo un servizio o un prodotto che può migliorare la qualità della vita dei tuoi utenti o che porta loro vantaggi effettivi? Sai rispondere in modo davvero efficiente a quelle che sono le loro reali necessità? Tieni presente che almeno il 30% dei consumatori italiani lamenta di non riuscire a individuare i prodotti che cerca. Questo significa che non tutte le aziende sono ancora in grado di fornire la risposta giusta. Sta anche a te cambiare questa tendenza.

Pagamenti fluidi e sicuri 

Completeresti mai un acquisto su uno shop online che non ti garantisce un pagamento fluido e sicuro? Sicuramente la risposta è no, e lo stesso vale per gli utenti che approdano sul tuo ecommerce.

Assicurare ai tuoi clienti un’esperienza di pagamento positiva è quindi fondamentale, sia dal punto di vista della qualità che della velocità: ricorda infatti che oltre il 70% degli utenti che acquistano da mobile è incline ad effettuare acquisti da ecommerce e aziende che forniscono app o siti responsive in grado di completare i pagamenti in modo rapido ed efficiente.

Accertati dunque che il tuo sistema di pagamento sia sicuro, stabile, versatile (se non lo fai già, considera di introdurre diverse modalità di pagamento: dalla carta di credito a PayPal, dal bonifico bancario alle carte prepagate, e persino il contrassegno) e soprattutto veloce.

Puoi raggiungere questo scopo implementando modalità di memorizzazione dati e informazioni d’acquisto, acquisti pregressi e liste di interesse, ma anche attraverso un framework e un frontend che garantiscano la migliore esperienza utente possibile.

Customer Care: un fattore da non sottovalutare 

Oggi, tecnologie un tempo inarrivabili dal punto di vista economico sono ormai alla portata di tutti. Sui canali digitali, puoi ora beneficiare di soluzioni che utilizzano Intelligenza Artificiale e Machine Learning e che possono davvero fare la differenza nella qualità della tua assistenza in post-vendita (ma anche in prevendita).

Gestire al meglio le esigenze degli utenti incrementa le possibilità che questi possano trasformarsi in acquirenti prima e clienti fidelizzati poi. Parti sempre dalla solita domanda: stai davvero fornendo loro il meglio possibile in termini di assistenza?

Se la risposta è no, valuta soluzioni come i chatbot, migliora la qualità dei tuoi form di contatto, utilizza la messaggistica istantanea sui social network. E, soprattutto, tieni monitorato l’andamento del tuo customer care e rispondi in modo rapido, cortese, preciso e puntuale a qualunque domanda ti venga posta.

Vuoi discutere più approfonditamente delle migliori strategie per implementare la tua attività di ecommerce? Vieni a parlarne con Naxa!

Topics: Digital Marketing, Ecommerce