di Paolo Sirtori on 17 marzo 2022
Paolo Sirtori
Find me on:

In un mondo sempre più affollato di marchi, prodotti e realtà online, per far emergere il proprio brand è necessario distinguersi. 

Per portare a termine questa missione è imprescindibile lavorare sull’identità del proprio business, e costruire una Brand Identity efficace gioca un ruolo fondamentale per raggiungere questo obiettivo.

Si tratta di un processo volto a definire la personalità del marchio, in modo tale da renderlo immediatamente riconoscibile alle persone.

Concetto sempre più diffuso, indica l’insieme di elementi volti a dare vita all'identità con cui si desidera essere percepiti: dalle caratteristiche psicologiche, quali tono, valori, a fisiche, come visive, tattili, olfattive, uditive. L’obiettivo finale è quello di aumentare la Brand Awareness, ossia la sensazione di sicurezza e affidabilità legata al marchio, capace di infondere fiducia e portare i consumatori all’acquisto. 

Ma come costruire un’identità di successo per migliorare la propria reputazione e affermarsi tra la vastità dei nomi sul mercato? 

In questo articolo tratteremo gli step per dare vita a una Brand Identity efficace, approfondendone l’importanza e le caratteristiche:

Proprio in merito agli elementi distintivi verranno toccati i fattori su cui lavorare per dare vita a un’identità ben definita quali:

 

brand marketing advertising awareness strategy

Brand Identity: la personalità del brand trasmessa al mondo

I marchi entrano nella coscienza collettiva come se fossero persone reali. Ognuno di loro ha un suo volto che lo caratterizza, permettendo di distinguerlo rispetto alla vastità dei competitor esistenti.

Esempio tra tutti, Coca-cola, i cui tratti distintivi ne hanno creato una fortissima riconoscibilità. Associata al colore rosso, simbolo di passione, il suo font richiama una sensazione di festa e divertimento. È infatti una bevanda da sempre consumata in occasioni conviviali o per concludere la giornata rilassandosi con gusto.

In generale il consumatore si identifica con i brand ed è portato a scegliere quelli che trova più affini alle proprie caratteristiche individuali o a cui aspira. Per diventare riconoscibili è quindi necessario avere una personalità del marchio definita: costruendo la Brand Identity se ne darà voce.

 

idea marketing business comunicazione innovazione

Come creare una Brand Identity: tra impatto e coerenza

Per costruire una Brand Identity di successo in primo luogo è importante comprendere come il processo di riconoscimento di un marchio avvenga nella mente dei consumatori.

Partendo da questa riflessione se ne ricava quanto sia fondamentale puntare su caratteristiche del brand capaci di stimolare i sensi. 

Gli elementi visivi dell’azienda diventano quindi di vitale importanza: per rendere identificabile il marchio questi devono esprimere i suoi obiettivi e valori. Si darà così vita a un’immagine capace di evocare emozioni nel pubblico che dovranno essere sempre le stesse.  

Impatto e coerenza sono le parole chiave per poter riuscire a costruire un'identità del marchio forte e riconoscibile che entri nelle menti, portando ad associare un determinato prodotto a specifiche sensazioni. 

 

Identità del brand: gli elementi distintivi su cui lavorare per costruirla

Nello scenario attuale non si è più semplici fornitori e pertanto non basta proporre sul mercato un prodotto per ottenere vendite e riconoscimento: per conquistare i consumatori curare la propria Brand Identity è l’unica via. 

Per dare vita a un’identità del brand forte e definita è necessario lavorare su alcuni aspetti che andranno a crearla.

  • la filosofia del brand
  • il logo
  • il naming
  • la voce e il tono
  • il visual

branding marchio logo comunicazione visual design positioning

 

Filosofia del brand: come metterla a fuoco

Il primo aspetto da curare in questo processo è la definizione della filosofia del brand, elemento ancora più importante delle sue caratteristiche visuali. 

Dietro a un marchio non sono presenti solo colori e font, ma una vera identità e la sua missione nei confronti dei consumatori.

Per riuscire a delineare le sue caratteristiche è necessario rispondere ad alcuni quesiti

  • Cosa ha spinto a dare vita al brand?
  • A quale pubblico si rivolge il marchio?
  • Quali sono le esigenze dell’audience di riferimento?
  • Quale consumatore è interessato ai prodotti?
  • Cosa rende l’azienda diversa rispetto alle altre?

Rispondere a queste domande permetterà di avere un’idea chiara della visione della propria attività, quali siano i suoi valori tali da renderla diversa rispetto alle altre presenti sul mercato. 

 

brand identity logo design marchi famosi

Logo: il biglietto da visita per essere riconoscibili

Un marchio senza logo, è come una macchina senza benzina. Questo elemento è fondamentale per imprimere nelle menti un brand. Si tratta del suo aspetto grafico e pertanto deve rappresentarla nel modo più fedele possibile: è tra i primi elementi con cui il consumatore entra in contatto.

Pertanto deve essere costruito da elementi che esprimono la filosofia dell’azienda, riuscendo a essere facilmente riconoscibile. Per questo è bene evitare immagini troppo complesse, prediligendo la semplicità

Anche se frutto di idee brillanti e grandi abilità grafiche, sceglierne uno troppo complesso potrebbe portare confusione e renderlo difficile da adattare ai diversi media, tra sito e social. Evitando in qualsiasi modo di richiamare quelli dei competitor, altro elemento chiave è l’originalità che non deve mai mancare e con cui creare un segno grafico di forte impatto.

 

Naming: una scelta di vitale importanza per il successo del marchio

Altro step imprescindibile nella costruzione dell’identità del marchio è il naming. Si tratta di uno dei primi elementi sui cui si lavora quando si crea un’attività. Consiste nel processo di individuazione del nome dell’azienda, compito di vitale importanza per definire la sua personalità e il suo successo.

Con un panorama commerciale in cui sono tantissime le varianti già utilizzate, individuarlo non è semplice. Questo deve essere poi utilizzato sul sito, sui social e su tutti i canali in maniera coerente.

 

La voce e il tono: il potere delle parole per comunicare l'identità del marchio

Nella costruzione dell’identità del marchio è poi molto importante individuare uno stile di comunicazione coerente, domandandosi quale tipo di voce sia più in linea con la propria brand personality, nonché quale stile comunicativo soddisfi le aspettative dei propri utenti finali.

Lo spettro delle possibilità è molto ampio, potendo ricorrere a una voce più seria e autorevole fino a informale e amichevole.

Questa tuttavia non deve rimanere rigida e immutabile, ma bensì adattarsi alle specifiche situazioni.

Pertanto è bene comprendere la differenza tra voce e tono: 

  • con voce si indica il proprio stile di linguaggio identificativo, uguale in ogni canale utilizzato
  • il tono invece varia a seconda dei contesti, ad esempio rispondendo a un reclamo si utilizzerà un linguaggio differente rispetto alla promozione di un prodotto

 

Visual branding: il peso dell’impatto visivo nell’affermare la propria identità

Come i vestiti raccontano molto di noi, anche gli elementi grafici comunicano le caratteristiche di un prodotto. 

L’immagine di un brand dovrebbe essere costruita ad hoc calandola sulla sua filosofia. 

Fattore imprescindibile è poi quello di renderla coordinata: sia per la comunicazione offline che online, si dovrebbero utilizzare elementi omogenei per tutti gli aspetti che riguardano la vita del brand: 

  • interni del punto vendita
  • vetrine
  • biglietti da visita
  • brochure
  • gadget
  • sito
  • social network
  • advertising

Da curare tutti questi elementi con grande attenzione, utilizzando il medesimo stile grafico si verranno a creare immagini comunicanti tra loro, capaci di entrare nella mente del consumatore più facilmente.

Per quanto riguarda l'identità online dal punto di vista del branding immancabile rendere omogenei i font, il tema del sito, i colori, le immagini e il logo. Fase da svolgere con attenzione quella della scelta della palette di colori di riferimento, in quanto attraverso questi si trasmettono emozioni ai propri consumatori. 

 

 

 

E tu? Come vuoi differenzarti dai tuoi competitor?

Richiedi una consulenza gratuita e sviluppa la tua brand identity!

Vai! 

 

Topics: Brand, Branding

Paolo Sirtori

Paolo Sirtori

Da sempre innamorato di branding, marketing e tecnologia, fondo Naxa nel 2007 con Massimo. Oggi mi occupo di consulenza strategica, brand positioning e direzione commerciale. Credo che l'estrazione dell'idea di business e la differenziazione sul mercato siano i veri punti di forza di un'azienda.