(+39) 039.2288884

info@naxa.ws

Cambio dell’algoritmo Google per le immagini: cosa è accaduto?

È notizia di questi giorni che Google avrebbe modificato in modo sostanziale e importante il proprio algoritmo per quanto riguarda l’interpretazione delle immagini nella ricerca inversa di Google Images. Fermo restando che il buzz è ancora alto sull’argomento, nel caso in cui le speculazioni si rivelassero esatte ci troveremmo di fronte a una notevole novità… e non necessariamente positiva.

Sono diversi gli esperti di SEO che si stanno già da qualche giorno interrogando sulla questione, non soltanto in termini teorici ma anche pratici, affidandosi ossia a varie ricerche su Google immagini e parlando di risultati diametralmente diversi rispetto a quanto siamo stati abituati finora.

In buona sostanza, se fino a qualche giorno fa la ricerca inversa immagini per riconoscere un determinato soggetto proponeva risultati, per così dire, pertinenti ed estremamente utili (nello specifico, l’immagine di un falco veniva riconosciuta proponendo risultati testuali sul falco pellegrino), con l’apparente modifica all’algoritmo si verifica un comportamento ben diverso da parte del motore, che propone ora come primo risultato il termine “Immagine” di Wikipedia.

In pratica, ciò che sembra stia accadendo è che la ricerca inversa per immagini non porta più al riconoscimento del soggetto in quanto tale, ma a risultati completamente privi di contesto.

La speranza è che si tratti di una condizione transitoria, e che Google si trovi, di fatto, in una fase algoritmica di passaggio che presenterà evoluzioni nel prossimo futuro. Al momento attuale, è probabilmente più indicato utilizzare strumenti di ricerca inversa alternativi quali TinEye.