di Admin on 4 gennaio 2017

Ormai non è più possibile negarlo: il mercato degli acquisti online sta pesantemente condizionando le scelte dei consumatori e, inevitabilmente, anche quelle dei commercianti. Detta in parole povere, nella stragrande maggioranza dei settori è a questo punto impossibile pensare di portare avanti la propria attività senza tenere ben presente l’importanza del mercato dello shopping in rete.

Per te, che sei un imprenditore di successo nel settore dell’arredamento e che hai fatto del tuo showroom il tuo regno, è arrivato il momento di pensare di creare anche una versione digitale del tuo business. Perché? Non soltanto per essere al passo con i tempiconditio sine qua non per procedere con la tua attività – ma anche per capillarizzare la tua presenza su un palcoscenico che non è più possibile ignorare, ossia quello virtuale.

Quali sono dunque le corrette strategie per aprire un negozio di arredamento online?

 

Come cresce il mercato dell’ecommerce B2C in Italia

Una corretta strategia commerciale parte sempre e necessariamente dalla conoscenza approfondita dello scenario all’interno del quale ci stiamo muovendo. Ecco perché è importante che tu abbia consapevolezza prima di tutto qualche dato relativo alla crescita del mercato dello shopping online destinato all’utente finale.

In Italia, nel 2016, il valore dell’acquistato online dai consumatori italiani ha confermato il trend positivo che era già risultato evidente nel corso degli anni precedenti, con un aumento di un ulteriore 17%. In termini economici, gli italiani hanno acquistato online per 19,3 miliardi di euro, secondo quanto riportato in un recente rapporto dell’Osservatorio eCommerce B2C.

Se alla domanda andiamo a sottrarre ciò che i consumatori italiani hanno acquistato da siti di ecommerce stranieri, e al contempo ad aggiungere l’import, ossia ciò che i consumatori stranieri hanno acquistato da siti di ecommerce italiani, otteniamo il valore delle vendite online totali degli operatori italiani, pari a circa 17,5 miliardi di euro: si tratta del 19% in più di quanto registrato nel 2015.

Confermando il trend già ben delineato negli anni precedente, i negozi online – sia retailer che aggregatori di offerta, come per esempio i veri e propri marketplace – hanno ormai un ruolo da protagonista nelle decisioni di acquisto degli utenti. Gli ecommerce .com, da soli, nel 2016 hanno generato quasi il 60% delle vendite online.

Come vedi la crescita e il successo delle attività di shopping online sono esponenziali: difficile ignorarle. La migliore strategia, a questo punto, è sfruttare quest’onda di acquisto a tuo vantaggio, strutturando una strategia vincente per il tuo negozio di arredamento online.

 

Negozi di arredamento: perché vendere online?

I negozi di arredamento dovrebbero vendere online non tanto per adeguarsi alle nuove tecnologie, quando all’evoluzione del processo di acquisto del cliente. I clienti di oggi non sono quelli di dieci, quindici, venti anni fa. Sono mediamente più preparati, informati sui prodotti, sulle loro caratteristiche, sui loro prezzi. E acquisiscono tutte queste informazioni, che un tempo erano appannaggio dei soli professionisti di settore, stando comodamente seduti alla loro scrivania e navigando in internet.

Ecco, tanto per cominciare, una delle ragioni per cui dovresti essere presente tra i risultati delle ricerche dei tuoi potenziali clienti.

In secondo luogo, i negozi di arredamento che hanno saputo rinnovarsi, modernizzarsi e utilizzare le potenzialità del digital marketing sono quelli che, più di tanti altri, hanno resistito alla crisi economica, evitando di finirne travolti.

È infatti impossibile non notare che il cambiamento della mentalità dei clienti ha influito notevolmente sulle strategie commerciali dei negozi. Oggi, il cliente ha modificato in maniera radicale il suo modo di acquistare, prediligendo una qualità medio-bassa del prodotto a vantaggio di prezzi più contenuti, varietà e comodità dell’offerta.

Non solo: il mercato si è inevitabilmente ampliato, diventando sempre meno di nicchia e sempre più globale, più vasto. L’ecommerce ti permette di intercettarlo in modo più preciso, offrendo ai clienti il servizio o il prodotto che cercano, quasi su un piatto d’argento: a portata di click.

 

Qualche idea per aprire il tuo ecommerce di arredamento

Passiamo alla pratica: eccoti qualche idea e spunto di riflessione per dare vita al tuo negozio di arredamento online, da affiancare al tuo showroom reale. Raddoppia le possibilità di guadagno, intercetta un’utenza sempre più vasta, seducila e convincila ad acquistare con una comunicazione persuasiva e intelligente.

Il mercato dell’arredamento online non è cosa nuova su internet, eppure ciascuna attività ha peculiarità che la distinguono da tutte le altre e che possono aiutarla a rendersi appetibile e riconoscibile.

Ecco quindi la prima idea: individua sin da subito una modalità per differenziarti dai tuoi concorrenti, per rendere il tuo negozio online unico e diverso da tutti gli altri. Hai prodotti particolari, categorie specifiche che non è semplice trovare? Hai una selezione di marchi originale? Dalle il giusto risalto.

Se hai a disposizione moltissimi prodotti, ti consigliamo di offrire un catalogo molto vasto, anche in termini di categorie: dai mobili ai complementi d’arredo, dal tessile agli accessori e via discorrendo. Con una buona strategia di prezzo, potrai in questo modo intercettare una porzione di pubblico più vasta e andare a colpire nella massa.

In alternativa, l’idea per il tuo ecommerce di arredamento potrebbe assestarsi su un principio diametralmente opposto: quello del target verticale. La tua forza risiede in specifici prodotti di nicchia? Proponiti come punto di riferimento, e intercetta il pubblico che è alla ricerca proprio di ciò che stai vendendo. Rispetto all’idea precedente ci troveremo di fronte a un target potenziale quantitativamente più ridotto, ma qualitativamente più elevato. La decisione di come e cosa proporre nel tuo negozio di arredamento online spetta a te, e deve essere il risultato di una attenta riflessione sui tuoi prodotti e i tuoi servizi.

Prodotti economici o di alta fascia? Rispondere a questa domanda ti permetterà di cominciare a dare forma al tuo cliente potenziale. Tieni sempre comunque presente che, secondo uno studio di Doxa commissionato da Ebay, soltanto in Italia sono ben 11 milioni le persone disposte ad acquistare online prodotti di arredamento e oggetti di design, a prescindere dal loro costo.

Dal momento che le tendenze dell’ecommerce sono primariamente due (acquisto sul web di prodotti di arredamento economici e facili da trovare; acquisto sul web di prodotti di arredamento di altissima qualità e alto valore aggiunto, destinati a una clientela medio-alta disposta a pagare per l’eccellenza), individua la nicchia in cui potrai collocarti.

Infine, ricorda che avviare un’attività di ecommerce non è un’operazione necessariamente economica né semplice, poiché deve sempre tenere in considerazione uno studio dettagliato del mercato in cui andrà a operare, dei competitor presenti e pronti a combattere, del graphic design e del tono di voce più funzionali, del pubblico da intercettare e delle modalità per colpirlo. In questo senso, ti servirà il supporto di un’agenzia o di un professionista, che saprà tradurre in realtà le tue idee e ambizioni. Se lo farà nel modo giusto, il tuo business potrebbe aumentare in modo consistente, sia in termini di ordini ricevuti che di fatturato.

La potenza di internet è ormai assodata. È ora di gettarsi nella mischia.

 

 

Topics: SEO